Centro Il Vortice
Centro Il Vortice

Tecnica Pilates

Fatta con gli attrezzi originali "REFORMER, CADILLAC, LADDER BARREL E COMBO CHAIR"

Storia di Pilates

La definizione del fitness di Joseph Pilates era: “ La realizzazione ed il mantenimento di un corpo sviluppato uniformemente con una armonia mentale in grado di svolgere quotidianamente i molti e vari compiti con naturalezza, facilità e con piacere. “ Joseph è nato in una piccola città vicino a Dusseldorf, Germania, nel 1880. Era un bambino gracile e malaticcio che soffriva di asma, di rachitismo e di febbre reumatica. Il suo nome iniziale era “Pilatu” ed era di origine Greca, ma fu cambiato in Pilates. Dall'età di 14 anni, iniziò a lavorare così duramente sul suo corpo tanto da arrivare al punto di fare da modello per una tabella anatomica.Nel 1914 durante la prima guerra mondiale fu internato con altri tedeschi in un “campo” di nemici stranieri a Lancaster. Qui imparò il wrestling e la difesa personale, vantandosi del fatto che i suoi studenti sarebbero emersi in quanto più forti di quanto erano prima di essere internati. Fu qui che iniziò ad escogitare il suo sistema di esercizi originali che più tardi definì come “Contrology”. Fu trasferito in un altro campo: sull’isola di Man dove divenne infermiere e lavorò con molti ricoverati che soffrivano di infermità e disagi lasciati dalla prigionia in tempo di guerra Iniziò a riabilitarli, utilizzando come strumenti le molle dei letti e attrezzando apparecchiature che consentissero alle persone costrette a letto di eseguire gli esercizi! Nel 1918 una terribile epidemia di influenza si sparse nel mondo, uccidendo milioni di persone, decine di migliaia in Inghilterra. Nessuno dei seguaci di Joseph morrì poiché erano i più forti del campo! Dopo la guerra Joseph tornò in Germania dove iniziò ad allenare dei clienti personali e la polizia militare di Amburgo in difesa personale e preparazione fisica. Disse “Ho inventato tutte queste macchine iniziando dalla Germania, dove fino al 1925 ero consueto esercitare pazienti con reumatismi. Ho pensato, perché usare la mia forza? Così inventai una macchina che lo facesse al posto mio, che facesse resistenza ai movimenti soltanto nel modo corretto permettendo ai muscoli interni di lavorare veramente contro questa forza di opposizione. In questo modo ci si potrà concentrare sul movimento, lentamente e con armonia. Si vedrà completa consapevolezza di tutto il tuo corpo”. Fu a quel tempo che conobbe Rudolf di Laban, un famoso analista del movimento, che disse di aver incorporato alcune delle teorie e degli esercizi di Joseph nel suo lavoro. Mary Wingman, una famosa ballerina e coreografa fu una studente di Joseph e usò i suoi esercizi nei riscaldamenti delle sue lezioni di danza. Si trsferì  a New York nel 1926 dove aprirono una palestra nelle 939 Eight Ave, nello stesso stabile di parecchi studi di danza e sale prove. Fu così che "Contrology” divenne un'arte intrinseca nell’allenamento di molti ballerini e nella riabilitazione, e molti furono mandati da Joseph per essere curati. George Balanchine, il famoso coreografo, studiò con Joseph e mandò molti dei suoi ballerini da Pilates per rinforzarli e “bilanciarli” così come per riabilitarli, come fece Marta Graham, un altra famosa ballerina e coreografa. Nel periodo dal 1939 al 1951 Joseph e Clara (sua moglie) andarono ogni estate da Jacob Pillow, noto “campo” di danza nelle montagne del Berkshire. Era amico e insegnante di rinomati ballerini /coreografi come Ted Shawn, Ruth St. Denis, Martha Graham e Jerome Robbins e molti richiedevano ai loro ballerini di andare da Joseph. Entrambe Hanya Holm e Martha Graham inserirono gli esercizi di Joseph nelle lezioni dei loro studenti.

"Poco movimento ben programmato ed eseguito con precisione in una sequenza bilanciata ha lo stesso valore di ore di contorsioni forzate e fatte in modo approssimativo."

Joseph H. Pilates.

Cos’è il pilates originale

Il Pilates è una disciplina di allenamento del corpo pensato e concepito per sviluppare la forza e la flessibilità muscolare, aiutare a mantenere l'equilibrio tra corpo e mente per assicurare l'esecuzione precisa dei movimenti. Joseph H. Pilates iniziò a sviluppare il suo metodo nella prima metà del 20° secolo. Il suo obbiettivo era appunto quello di rendere le persone consapevoli di se stesse, del proprio corpo e della propria mente per unirli in una singola, dinamica e ben funzionante entità. In un certo senso egli cercò di fondere i migliori aspetti delle discipline fisiche occidentali con quelli delle tecniche spirituali orientali. La mente di chi esegue gli esercizi del metodo Pilates è diretta verso il corpo, concentrata su ciò che sta accadendo mentre si compiono i movimenti. Solo così è possibile comprendere con precisione quello che la mente ordina di fare ai muscoli e alle articolazioni e imparare a percepire esattamente come ci si sta muovendo. Gli esercizi del metodo Pilates non presuppongono una ripetizione fine a se stessa ma, attraverso un percorso logico, conducono la mente a cooperare con il corpo alla ricerca del controllo, della precisione e della fluidità dei movimenti coordinati con la respirazione. Chi pratica gli esercizi del metodo Pilates non deve rimanere unicamente spettatore di se stesso, ma partecipare in maniera attiva con il corpo e con la. Egli inventò un sistema originale creando più di 500 esercizi ed attrezzature come la Cadillac, il reformer, la combo chiar ed il ledder barrel, uniche nel loro genere. Il metodo Pilates Classico rafforza gli addominali, conferisce pieno controllo del corpo, grande flessibilità, coordinazione della colonna vertebrale e degli arti, dona la potenza combinata tra corpo e mente. Eseguendo molti esercizi differenti per un basso numero di ripetizioni i muscoli vengono rafforzati, allungati e tonificati senza l’aumento sproporzionato della massa muscolare. La totale concentrazione sul corpo durante ogni esercizio enfatizza la qualità del movimento, la coordinazione ed il respiro. Questo metodo sviluppa il corpo uniformemente, corregge la postura, sviluppa la vitalità fisica, rinvigorisce la mente ed eleva lo spirito.